Tutela dell’ambiente e della salute umana, qualità della vita e diritti dei cittadini di Sibari: questi sono i temi trattati in questo blog. Le notizie e tutto il materiale pubblicato possono essere utilizzate da chiunque ne abbia la necessità, ovviamente con l'obbligo di citarne la fonte. Lo spazio è aperto al contributo di tutti i visitatori che hanno qualcosa da raccontare o semplicemente da segnalare (...scrivici...).
Se desideri segnalare notizie, argomenti e/o iniziative, inviare critiche e quanto altro ritieni utile far conoscere a noi e agli amici del blog, contattaci

10 marzo 2008

LA LETTERA INVIATA DAL COMITATO "SALVIAMO SIBARI..." AL CONSIGLIO COMUNALE DI CASSANO IONIO

AI CONSIGLIERI COMUNALI
Per il tramite del
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PRO TEMPORE
Del comune di CASSANO ALLO IONIO (CS)

OGGETTO: Progetto per la soppressione dei passaggi a livelli a Sibari.

La realizzazione dei sottopassi a Sibari così come prevista nel progetto che il Consiglio Comunale si appresta ad esaminare rappresenta un’opera dalle ricadute disastrose per l’economia di quella zona e soprattutto una barriera per i territori posti nell’intorno dell’opera.
Un solco di 300 mt. attraversa il nucleo storico di Sibari e non agevola in nessun modo l’interscambio fra le popolazioni dei diversi rioni.
Quelle zone vengono attraversate agevolmente in macchina in una trincea obbligata e sotterranea che non lascia nessuna facilità all’accesso pedonale e ciclabile. Il tracciato, benché previsto, è infatti complicato e sconsigliabile; né sono osservate le norme sull’abbattimento delle barriere architettoniche. Basti pensare che, persone su sedie a ruota, residenti nella zona posta fra i due passaggi a livello, non potranno mai raggiungere con il proprio mezzo la Chiesa o la Banca o più semplicemente la zona storica di Sibari. Le gradinate impietose previste nel progetto non lasciano alcuna possibilità a persone autonome ma con gravi handicap motorie. Non meno preoccupante è la geologia della zona e la natura del terreno.
Quei lavori costosissimi, realizzati in quel sito, avranno sicuramente difficoltà di realizzazione e, durante la loro costruzione, le attività commerciali, poste in quella zona, saranno danneggiate irreversibilmente.
Ma, in generale, ne soffrirà tutta l’economia della zona, poiché l’esecuzione di quei lavori obbligherà la deviazione del traffico sulla super strada jonica, per cui , la cerniera di Sibari, per molto tempo, sarà bloccata ed inibita al traffico.
Per i motivi esposti è nato un Comitato Popolare che ha raccolto oltre 1200 firme contro la realizzazione di quel sottopasso. Lo stesso Comitato ha avuto modo, inoltre, di indicare soluzioni alternative che mitigherebbero tutte le difficoltà esposte. Durante l’ultima riunione con il Sindaco, l’Assessore al ramo ed il Dirigente l’ufficio tecnico, la proposta a preso corpo e sembra non presentare tutte le difficoltà elencate. Tra l’altro, il Comitato Popolare, con le proposte suggerite ha dimostrato di non essere contrario alla eliminazione definitiva dei passaggio a livello a Sibari.
Il Comitato quindi chiede che il progetto così come presentato venga respinto e che, eventualmente, venga richiesta la redazione di un progetto alternativo che risolva alla radice tutti i problemi esposti.

IL COMITATO POPOLARE “SALVIAMO SIBARI...”